Che cos’è Erasmus +?  È il programma previsto dall’Unione Europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo spot in Europa. Si pone l’obiettivo di:

  • ridurre la disoccupazione, specie tra i giovani;
  • promuovere l’istruzione degli adulti, in particolare per quanto riguarda le nuove competenze e le abilità richieste dal mercato del lavoro;
  • incoraggiare i giovani a partecipare alla vita democratica in Europa;
  • sostenere l’innovazione, la collaborazione le riforme;
  • ridurre l’abbandono scolastico;
  • promuovere la collaborazione e la mobilità con i paesi partner dell’UE;
  • promuovere lo sviluppo e l’innovazione nei sistemi di istruzione e formazione.

Le condizioni per la partecipazione dipendono dal Paese di residenza e dal tipo di azione interessata. Tutti i requisiti per la partecipazione degli individui e delle organizzazioni vengono specificate negli appositi bandi.

L’offerta del programma Erasmus +, nello specifico, si rivolge sia ai singoli studenti/cittadini che alle organizzazioni quali: università, istituti di istruzione e formazione, centri di ricerca e imprese private.

Le opportunità per gli studenti

Il programma, finanziato dall’UE per quasi 30 anni, ha permesso ad oltre tre milioni di studenti europei di svolge una parte degli studi in un altro istituto superiore o presso un’organizzazione in Europa. Ad oggi offre una vasta gamma di possibilità di poter sviluppare e condividere conoscenze e competenze presso istituti e organizzazioni di diversi paesi.

Il programma Erasmus+, infatti, permette di:

  • studiare per un determinato periodo in un Paese partecipante al programma Erasmus + o in un Paese partner;
  • sostenere l’attività di tirocinio all’estero (come esperienza lavorativa, apprendistato etc.). Questa opportunità è aperta anche ai neolaureati;
  • conseguire diplomi di laurea magistrale Erasmus Mundus; diplomi, questi, che si contraddistinguono per l’eccellenza accademica e il livello elevato di integrazione dei corsi fra più istituti dei diversi Paesi appartenenti al programma;
  • richiedere prestiti Erasmus + per il finanziamento di corsi di laurea magistrale in un paese che partecipa al programma;
  • mettere a disposizione finanziamenti supplementari per studenti con problemi fisici, mentali o di salute.

Le opportunità per i tirocinanti

I tirocinanti posso afferire all’istruzione superiore, agli istituti di formazione professionale. Possono frequentare corsi d’apprendistato, o essere neolaureati o neodiplomati. Partecipando ad attività di tirocini all’estero, hanno la possibilità di conoscere una nuova cultura, di imparare altre lingue, di conseguire hard skills che faciliteranno la ricerca di un lavoro.

Le opportunità per i giovani

Con la voce Giovani, il programma Erasmus + delinea l’opportunità di poter fare volontariato in tutta Europa e nel resto del mondo attraverso gli scambi. Gli scambi permettono a gruppi di giovani di Paesi diversi di incontrarsi e vivere insieme per un periodo massimo di 21 giorni praticando attività di laboratori, esercitazioni e dibattiti.

Le iniziative per il personale educativo e le organizzazioni di istruzione e formazione

Per il personale inteso come personale afferente all’insegnamento è prevista la possibilità di poter insegnare presso un istituto d’istruzione all’estero di qualsiasi livello.

Queste opportunità sono aperte sia al personale del settore dell’istruzione sia ai dipendenti di imprese che sono stati invitati a condividere con gli studenti le loro conoscenze di un determinato settore, argomento o tema.

Le opportunità alla quale può accedere questa categoria di personale sono:

  • la possibilità di poter sostenere dei periodi di insegnamento all’estero presso istituti d’istruzione superiore. Nel caso di chi lavora in un’azienda è messo a disposizione un sostegno per poter insegnare e condividere le proprie conoscenze in istituti universitari sempre appartenenti al programma Erasmus +;
  • la possibilità di sostenere periodi di insegnamento all’estero presso istituti di formazione professionale;

  • sostenere incarichi d’insegnamento all’estero come operatori di scuola materna, primaria o secondaria acquisendo, di conseguenza, una conoscenza più ampia del mondo scolastico;
  • poter sostenere incarichi d’insegnamento presso organizzazioni estere attive nell’istruzione degli adulti;
  • partecipare, attraverso il programma Erasmus +, alle azioni Jean Monnet: volte a promuovere l’eccellenza degli studi universitari sull’UE in tutto il mondo, valorizzando l’integrazione europea e la comprensione del ruolo dell’Europa in un mondo sempre più globalizzato.

Inoltre, per il personale, è prevista l’opportunità di formazione all’estero per effettuare job shadowing, periodi di osservazione, corsi di sviluppo professionale o attività specifiche per lo sviluppo di competenze.

Le opportunità previste per gli educatori

Il programma Erasmus +, inoltre, sostiene lo sviluppo professionale degli educatori offrendo periodi di formazione o attività di messa in rete all’estero.

I soggiorni all’estero possono comprendere corsi di formazione, visite di studio, job shadowing, periodi di osservazione presso le organizzazioni interessate e altro ancora.