Quando si parla di formazione finanziata, ci riferiamo all’ opportunità che ogni azienda ha di investire nella formazione e nello sviluppo professionale di ogni dipendente.

La formazione finanziata non è riservata solo ad un numero ristretto di dipendenti, ma abbraccia anche coloro che non hanno contratti a tempo indeterminato o cariche di prestigio.

Fondi e Piano formativo

I fondi per la formazione finanziata sono di facile erogazione e un cambio di fondo dell’ultimo minuto, non richiede grandi difficoltà o costi aggiuntivi.

L’erogazione della formazione avviene mediante varie metodologie: la formazione in aula, a distanza o in modalità e-learning ne sono solo alcune.

Accedere ad un fondo è molto semplice e la sua procedura di attivazione si racchiude in pochi e semplici passaggi: è sufficiente inserire il codice identificativo del fondo nella dichiarazione mensile UNIEMENS.

La presentazione di un piano formativo deve seguire tre step fondamentali:

  1. eseguire un’analisi approfondita su quelli che sono i reali bisogni dell’azienda in collaborazione con l’ente formativo;
  2. costruire un piano di formazione che dovrà poi superare la validazione del sindacato;
  3. presentazione del piano formativo al fondo che, dopo un’attenta valutazione e in caso di accettazione del piano formativo, erogherà il finanziamento formativo.

L’aspetto più importante e, paradossalmente quello più complesso, è la scelta del fondo. Sono, infatti, tanti i fondi fra cui scegliere e si può incorrere nel rischio di scegliere un fondo che non rispecchia le reali esigenze dell’azienda.

Affidarsi, quindi, ad una società di consulenza può essere una mossa vincente. La società ti aiuterà, infatti, non solo nella scelta del fondo, ma ti accompagnerà in tutto il percorso.

Formazione finanziata: fondi paritetici e Fondo Sociale Europeo

Quando si parla di fondi paritetici parliamo di fondi interprofessionali che nascono per venire incontro alla creazione di nuovi strumenti efficaci per le aziende, che vogliono fornire ai propri dipendenti una formazione continua.

Tanti sono i fondi interprofessionali, ma fra i più strutturati troviamo:

  • Fondimpresa;
  • Fondo Forte;
  • Fonarcom;
  • Fonditalia;
  • Fondo Artigianato Formazione.

Oltre i fondi paritetici la formazione finanziata è formata anche dal Fondo Sociale Europeo aperto non solo alle aziende, ma anche ai privati cittadini. È un fondo che comprende tutte le risorse comunitarie e destinato a tutti i Paesi membri dell’Unione Europea.

Il Fondo Sociale Europeo può essere, però, utilizzato per 4 scopi specifici:

  1. motivazioni imprenditoriali;
  2. occupabilità;
  3. adattabilità;
  4. pari opportunità.

La formazione finanziata è, quindi, un’opportunità per le aziende di offrire un momento formativo ai propri dipendenti senza costi.