Venerdì 15 ottobre la Community Erasmus+ si ritrova in rete per condividere, partendo dai racconti dei protagonisti, le diverse esperienze legate al progetto più seguito di tutta l’Europa e non solo.

Per la quinta edizione dell’Erasmus Days anche il Cesfol vuole dare il proprio contributo coinvolgendo quattro realtà, per una tavola rotonda dal titolo: “#Erasmusday: viaggiare per crescere”.

Ad intervenire sono stati quattro associati che hanno portato un contributo prezioso e fondamentale all’evento:

  • TDM 2000 Federico Gaviano, vice presidente e project manager
  • New Horizons Gregorio Sambataro, project manager e presidente
  • Futuro Digitale Antonio Rossi, EU project manager
  • FMTS Experience Silvano Del Duca, direttore.

Moderatrice dell’incontro Giulia Santarsiero, Relationship Manager Cesfol.

Chi partecipa all’Erasmus

Durante la diretta l’attenzione è stata proiettata principalmente sui giovani che in questo momento stanno vivendo l’esperienza del tirocinio formativo all’estero.

A scegliere di vivere l’esperienza all’estero, infatti, sono proprio i giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni.

La percentuale di ragazze e ragazzi si equivale con un equo 50%: i paesi di destinazione sono Malta, Belgio, Germania, Olanda, Francia, Portogallo, Romania, Polonia. Non mancano anche trasferte d’oltreoceano come la Georgia per il Corpo Europeo di Solidarietà.

Ed è proprio partendo da questi dati che la direttrice Immacolata Stizzo dice “Dai report condivisi con le quattro realtà ospiti emerge un quadro interessante. Sono tantissimi i ragazzi italiani che decidono di intraprendere l’esperienza del tirocinio formativo all’estero. I settori sono i più disparati: dal dialogo interculturale alla meccanica e meccatronica; dalle relazioni internazionali all’agraria. Ciò significa che siamo di fronte ad una esigenza trasversale di formazione per la quale è necessaria un’attenzione maggiore da parte di coloro che hanno un ruolo nell’orientamento prima e nella formazione sul campo poi”.

L’evento

Vuoi rivedere l’evento “#Erasmusday: viaggiare per crescere”?

Clicca qui