“Destinazione over 35”, che fa seguito a “Destinazione Giovani”, è il nuovo Avviso della Regione Basilicata in tema di politiche del lavoro e inclusione attiva. L’avviso, come suggerito dal nome, è indirizzato agli over 35, ma anche ai giovani disabili, che faticano a trovare lavoro.

Obiettivo della Regione Basilicata è di incentivare le aziende ad assumere personale e di diminuire il gap occupazionale, mettendo in campo possibilità ed opportunità per i disoccupati.

Avviso “Destinazione over 35”

Pubblicato il 5 luglio, l’avviso nasce dalla volontà di promuovere percorsi di politiche del lavoro e di inclusione attiva finanziata, finalizzata all’inserimento/reinserimento lavorativo di disoccupati over 35 e giovani disabili maggiorenni.

I beneficiari di “Destinazione Over 35” avranno a disposizione un voucher, spendibile presso i soggetti accreditati ai servizi per il lavoro, con il quale finanziare:

  • le misure di accoglienza;
  • orientamento al lavoro;
  • formazione breve per l’inserimento lavorativo.

Inoltre, si potrà usufruire di servizi di formazione per il sostegno all’auto impiego e all’auto imprenditorialità, per l’accompagnamento al lavoro e di promozione alla partecipazione attiva a supporto delle persone con disabilità.

Ogni voucher ha un valore diverso: l’importo massimo del voucher per gli over 35 è di circa 5.134 euro; per i diciottenni con disabilità, invece, ammonta a 6.484 euro.

Chi può partecipare

Tutti i soggetti iscritti nell’elenco regionale dei soggetti accreditati ai servizi per il lavoro, che intendono partecipare, devono possedere i seguenti requisiti:

  • avere più di 35 anni d’età;
  • avere almeno 18 anni d’età e iscritti all’elenco delle persone con disabilità;
  • essere residenti in Basilicata;
  • essere disoccupati o inoccupati;
  • non essere titolari di altre misure di sostegno al reddito o pensione.

Come partecipare

Per poter ricevere il voucher individuale si possono presentare le domande on line a decorrere dalle ore 8:00 del 1° settembre e sino alle ore 18:00 del 31 dicembre 2018, nei limiti delle risorse finanziarie stanziate.